sabato 14 aprile 2012

Le cose che odio 8

Non capisco e non capirò mai cosa spinge un genitore a chiamare il proprio figlio Galileo se di cognome fa Galilei, o Leonardo se di cognome fa Leonardi, o Antonella se di cognome fa Antonelli.

Ma se l'uomo con cui ho deciso di fare un figlio si chiama Franchi di cognome, il primo nome che verrà depennato dalla lista sarà Franco.
Va beh questo esempio non ha senso perchè io non chiamerei mai mio figlio con quel nome perchè non mi piace proprio.
Quindi cambio esempio.

Se il futuro padre di cognome fa Tommasi il primo nome che eliminerò dalla lista sarà Tommaso.
Ora si che ci siamo.

Comunque non mi pare difficile eh.
Chissà che cavolo passa per la testa di certa gente.
Mah.

11 commenti:

  1. Vogliamo parlare di Elmo Di Scipio?
    No, non parliamone :-)

    RispondiElimina
  2. La mia migliore amica dall'asilo alla prima media si chiama vera di nome e passera di cognome.
    Genitoricidio subito!

    RispondiElimina
  3. Genitori che pensano di essere simpatici non accorgendosi che il povero malcapitato il nome se lo porterà per il resto della sua vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si, simpatia portami via proprio eh

      Elimina
  4. Come non citare il maestro Alessandro Alessandro che suonava il pianoforte da Marta Flavi (forse era in "Agenzia matrimoniale"). Lì non c'è stata nemmeno la fantasia del plurale!

    RispondiElimina
  5. Vabbè dai, male che vada da grande il nome lo si può cambiare.

    RispondiElimina
  6. Poi ci potrebbero essere nomi tipo: Paolo Normale; Fabio Mediocre; Ugo Tranquillo.
    "Dare" un nome a un figlio non è certo una scelta democratica.
    La vera svolta di un paese evoluto sarebbe quella di permettere ai figli di scegliersi il proprio nome una volta maturi.
    Che rabbia quando mi chiedono, si, Lord, ma il tuo VERO NOME QUAL'E'?
    Il mio vero nome è quello che mi sono scelto io, per Dio!
    Lord

    RispondiElimina
  7. Appunto, già che lo sceglie qualcun altro per me, non è proprio il massimo, però uno pensa: dai lo scelgono i miei genitori che dovrebbero volermi bene, e invece come prima sfiga ti son toccati i genitori più stronzi del mondo.
    Comunque menomale che la pensi così sul tuo nome, perchè io non me lo ricordo e non avevo il coraggio di dirtelo, quindi K. va bene ad entrambi, perfetto!

    RispondiElimina