lunedì 16 luglio 2012

Una giusta causa

Rido ogni volta che per postare un commento, leggo la frase:
dimostra di non essere un robot.

Rido perchè mi immagino di dover caricare un video dove vengo immersa in acqua e non mi partono tutti i circuiti.

Rido, ma un po' mi dispiace che i robot non possano commentare, perchè vengono censurati a prescindere?
Lo trovo ingiusto.

Ma rido perchè questa cosa del "dover dimostrare" è proprio scema.
Io non voglio dimostrare niente, al massimo posso firmare un foglio dove dichiaro di non essere un robot.
Ma di essere comunque solidale:
il diritto di sparare cazzate dobbiamo averlo tutti.

25 commenti:

  1. Infatti. Infondo che male c'è ad essere un robot. Non so perché debbano esserci certe discriminazioni. Mah.

    RispondiElimina
  2. c'è un lampione qui?
    sono atterrato (il mio personalissimo T9 interno aveva già corretto in "sonno arretrato", pazzesco) come mr beam in questo pezzo di posto. nella mia memoria ci dovrebbe essere un lampione e dei porfidi.
    beh, mi alzo e mi rassetto e mi guardo intorno.
    non c'è un lampione,
    c'è una che parla di robot, di non esserlo. ma di voler poterlo essere senza troppi guai.
    mi sa che è casa sua.
    è casa tua? un blog. ovvero un pianeta dove un abitante crea un mondo. e riceve visite aliene, come la mia. mi faccio un giro. cosa rischio?
    al massimo di prendermi in faccia un lampione spento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ade e Kermit uniamoci e raccogliamo firme in favore dei robot, che anche loro possano commentare i blog!

      Elimina
    2. A volte meglio un lampione spento in faccia che un lampione acceso in culo.
      Like a Lucciola.

      Elimina
    3. Ma cucciolone tu hai capito?! Io no

      Elimina
    4. girano droghe fantastiche, tra quelli che capitano su questo blog.

      Elimina
    5. ok, ok, mi schiarisco le idee e cerco di articolare parole.
      ehm. ciao, piacere.
      sono nuovo, io qui. così nuovo che ho ancora l'imballo.
      giravo in rete e sono capitato. qui, appunto.
      che poi è più o meno quello che accade ai bot mandati a spasso da google e i suoi fratelli, gente spersa in missione che non sa dove sta andando e che nessuno vuole.
      almeno io ho mani e occhi e posso sorridere e posso dire che non lo sono, un robot. sempre che lo si creda.
      una cosa l'ho capita però: c'è una padrona di casa, e ci sono avventori abituali del posto.
      mhm, non guardatemi storto, sono un po' meglio (poco) di quel che può sembrare.

      the lamp post guy

      Elimina
    6. ma se girano droghe fantastiche come mai a me non viene passato mai niente?!

      Elimina
    7. @uomo dei lampioni: benvenuto!
      Non ti caccia nessuno figurati, è solo che mi sono un po' stranita...è un po' complicato starti dietro

      Elimina
  3. @QZ. grazie, come sai, sono a bordo di una lorean.
    destination time: gennaio 2012.

    udl

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma non mi sbagliare su una cosa del genere però udl! Si chiama DeLorean

      Elimina
  4. eh. già. ma non potevo modificarlo. è che c'è poca luce qui, senza lampioni..
    udl

    RispondiElimina
  5. guarda, se lo sostituissero con "dimostra di non essere un pirla" io sarei rovinato.
    ciao quin!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero anche questo.
      E pure io mi sa che sarei censurata ovunque

      Elimina
  6. Uh , li voglio pure io i fans strani!

    RispondiElimina
  7. Il prossimo te lo passo giuro. Ma questo è mio e me lo tengo ben stretto: mi sono già affezionata!

    RispondiElimina
  8. Ostia. Pure io lo voglio, uno così.
    Tutte le fortune agli altri. Tzè.
    Matto?
    Dove sei?
    Confrontiamoci!
    @QZ Scusa. Ti sto snobbando sul tuo blog. Comunque io ci sto. Uniamoci. Che l'unione fa la forza. Mi disse una volta un tale di cui non ricordo il nome.

    RispondiElimina
  9. Matto. sarei io? no dai. mi sono risistemato i capelli. e mi son messo un cartello al collo con una scritta. Red.
    non che sia il mio nome vero, chiaro, a meno che uno si chiami kovalski mica può metterci il nome vero, qui.
    io sono solo quello dei lampioni.
    oppure sono un serial killer che ha ucciso quello dei lampioni e ne ha preso il posto..

    eh, a me i blog su sfondo nero ispirano storie alla lucarelli, a me.

    Ade, grazie per l'invito al confronto (sempre che fosse rivolto a quel poveraccio che adesso è in fondo al pozzo) ma io sono qui per i miei scopi ben precisi: voglio trovare posto in una coverband dei system of a down , dei foofighters o dei faith no more, non si era capito?
    sicura di volerlo, uno così?

    ps. l'uomo dei lampioni. in tasca aveva un ipod pieno di pausini. lo rimpiangerete per molto? ;)

    RispondiElimina