mercoledì 31 ottobre 2012

Le fiabe

Da piccola passavo in rassegna tutte le fiabe alla ricerca della protagonista giusta nella quale immedesimarmi.

Biancaneve non mi è mai piaciuta molto, prima di tutto perchè aveva i capelli scuri, e non so perchè questa peculiarità non me l'ha mai resa troppo simpatica. Poi è un po' sfigata eh, va a chiedere asilo politico proprio a casa di sette spilorci che estraggono i diamanti e non hanno la donna delle pulizie, quindi la mettono a fare la ragazza au pair. Perdipiù è una cretina. Come faccio ad immedesimarmi in una che viene avvelenata con una mela? Puoi fregarmi con una torta, una pizza, una lasagna. Ma con la frutta? Ma mangiatela te la mela, brutta vecchia rincoglionita. Oh i vicini non danno più il benvenuto come una volta.
Quindi no, biancaneve no.

La bella e la bestia.
Belle è dolce, gentile e carina. E scema. Se no non si spiega perchè si piazza in casa un uomo rozzo brutto e peloso, con un carattere di merda, che non vuole mai uscire e la tratta come l'ultima delle zerbine. Però poi viene ripagata perchè lui scopre la depilazione al laser e diventa carino.
E' inutile che esulti Belle! Non lo fa per te. E' la classica crisi di mezza età. Che finirà con una tresca.
Non fa per me.

La bella addormentata
Ecco da piccola non amavo particolarmente questa fiaba, ma adesso diciamo che la rivaluto.
Perchè ho un gran sonno, e vorrei dormire anche io senza invecchiare.
Purtroppo io non mi avvicinerei ad un arcolaio manco per sbaglio.
Via anche questa.

La sirenetta
Ariel è una principessa che vive in un mondo meraviglioso dove al mattino ci mette un attimo a prepararsi perchè è questione di abbinare solo un bikini alla coda, e non si può sbagliare.
Insomma ha una vita facile.
E decide di mollare tutto per seguire un tizio che ha conosciuto una sera mentre era ubriaco, che poi il giorno dopo non la riconosce neanche.
Ma è?! Ma sei seria?
Non ci siamo.

Jasmine di aladdin.
Questa fa il paio con Ariel, con l'aggravante che si innamora di un delinquente extracomunitario, ladro e senza permesso di soggiorno.
Immedesimarsi è impossibile.

Cenerentola è stata per tanti anni la mia fiaba preferita.
Lei è bionda, come me.
Povera, come me.
Bella....quasi come me.
Il sabato ci mette tutto il giorno a rimettere a posto casa, proprio come me.
Vive in una specie di stalla, se non do' una pulita in fretta avremo in comune anche questo.
Quello che non viene mai detto esplicitamente è che cenerentola è un'amica di merda: ti chiama all'ultimo momento perchè deve andare ad una festa e ti chiede di prestargli un vestito, le scarpe e la macchina.
E già questo non è il massimo.
Perdipiù siccome si ubriaca (come me) il vestito te lo rende che è uno straccio, la macchina tutta ammaccata, e si perde pure una scarpa per strada.
Col cazzo che gliele presti ancora le tue cose, la prossima volta.
E quindi siccome io non distruggo le cose prestate, purtroppo non va bene nemmeno questa fiaba.
Anche se c'eravamo vicini.

Pensa che ti ripensa, alla fine è saltato fuori che stavo guardando nella direzione sbagliata.
Io stasera ho comprato un sacco di dolci e mi son chiusa in casa, da sola ad abbuffarmi.
E quando i bambini hanno suonato per dolcetto o scherzetto, ho finto di non sentire.
E se non staccano quelle stupide dita grassocce dal campanello gliele mangio.
Alla fine ho trovato la mia strada: sono la strega di hansel e gretel, altro che principessa...



13 commenti:

  1. heheheehh ;)

    non mangiare troppi dolci , però , che ti viene mal di pancia e....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non credo esista mal di pancia che possa fermarmi ;-)

      Elimina
  2. e io che da piccolo nelle favole tifavo sempre per la strega, che era di gran lunga la più simpatica e perdeva sempre, da restarne traumatizzati..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io purtroppo son diventata strega da poco invece

      Elimina
    2. beh non è mai troppo tardi per una svolazzata su scopa turbo

      Elimina
  3. Questa analisi concreta delle fiabe è fantastica! Dovrebbero assumerti a Disneyland :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma se mi assumono come la mettiamo con i bambini?!

      Elimina
    2. Li metti nel forno... solo i più grassottelli :P

      Elimina
  4. Vado controcorrente: non toccatemi le principesse. Dormo come un sasso e trovo un principe senza fare un cazzo. La firma subito!
    La biblioteca della Bella e la Bestia vale ben la pena dintenersi in casa un peloso che tanto manco lo incontri dato che il castello e' grande.
    Idem per un giro sul tappeto volante. Vero amore!
    L' unica cosa che mi scazza e' lasciare il mondo marino per la terraferma, ma anche li... La strega del mare gliel 'aveva detto di usare il linguaggio del corpo anziche' la voce, colpa mia se Ariel non e' abbastanza zoccola?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah è questione di aspettative diverse. Io preferirei dormire come un sasso e al mio risveglio avere il castello, un rozzo in casa non me lo prendo nemmeno per tutti i libri del mondo e volare non mi piace. Tra l'altro il tappeto secondo me era rubato...
      Per ariel, che te devo di, la fiaba è nata male perchè un uomo tra due belle donne sceglie sempre la meno cagacazzo e ariel senza voce per me vinceva a mani basse...

      Elimina
  5. Anche io non ho gran simpatia per le principesse delle fiabe, soprattutto Biancaneve. E' una morta in piedi che se non la salva qualche uomo (o mezzo uomo nel caso dei nanetti) sarebbe morta subito. La strega invece è un personaggio più figo, ne sa una più del diavolo ed è molto più sgamata ed intelligente.
    Fuck you Biancaneve!!!

    Kla

    RispondiElimina
  6. ihihihihih i post sulle fiabe sono sempre impagabili! ;)

    RispondiElimina